Secondo uno studio pubblicato dal British Medical Journal il fumo, associato a colesterolo e pressione fuori controllo rischia di ridurre di 10 anni l'aspettativa di vita.

Lo studio inglese è stato condotto su 19.000 uomini tra i 40 e i 69 anni, valutando statura e peso, pressione arteriosa, colesterolo e livelli di glucosio nel sangue, storia clinica personale, consumo di sigarette, tipo di lavoro e stato civile (sposati o meno). Quarant'anni dopo, gli inglesi presi in esame dallo studio sono stati ”rivalutati”: più di 13.000 di loro avevano perso la vita.

Considerando tutti i fattori di rischio, si è potuto constatare che fumo, pressione e colesterolo alti hanno ridotto di 10 anni l'aspettativa di vita, che diventavano 15 per chi, ai tre fattori di rischio considerati, aggiungeva obesità e diabete.

I risultati di questo studio - secondo gli autori - possono far comprendere alla popolazione che smettere di fumare, ridurre la pressione o perdere peso con l'attività fisica e un'alimentazione adeguata può significare vivere di più e meglio. (5-2009)