Elementi taggati con alimentazione

Multiple Columns


x
Il “paradosso mediterraneo”

Come affrontare le sfide del futuro? La popolazione mondiale contava 1,6 miliardi di persone all’inizio del 1900; oggi - dopo poco più di un secolo - siamo 7,3 miliardi. Secondo le più recenti previsioni verrà toccata quota 8,5 miliardi entro il 2030, 9,7 miliardi nel 2050 e 11,2 miliardi nel 2100 (rapporto On u World Population Prospects ). Per sfamare oltre 11 miliardi di persone bisognerà adottare un approccio molto diverso da quello utilizzato a...


x
Noi e l’ulivo

Un bel libro di qualche anno fa dell’inglese Bill Laws descriveva le 50 piante che hanno cambiato il corso della storia. Per la nostra storia di popoli mediterranei poche specie vegetali possono competere con l’ulivo. L'ulivo ha  6000 anni di storia  e ha attraversato indenne le prime culture neolitiche, la civiltà egizia e fenicia, l’ebraismo, lo splendore classico della Grecia e dell’Impero Romano, la nascita e lo sviluppo del Cristianesimo, il...


x
Nutella e salute

I grassi sono sostanzialmente – ma non solo - una fonte di energia; sono molto importanti per le membrane cellulari, per il sistema endocrino (molti ormoni sono di origine lipidica) e per il sistema nervoso; quattro importanti vitamine (A, D, E, K) sono formate da grassi.  I grassi, pertanto, sono nutrienti indispensabili, e devono essere di buona qualità e in quantità adeguate.  Bisogna. però, intendersi sul valore di alcuni aggettivi in campo...


x
Sole e vitamina D

Estate: la prima cosa che ci viene in mente è il sole, la nostra stella che con la sua energia permette tutta la vita. Le piante non possono vivere senza la luce solare, ma anche per gli animali il sole è fondamentale.  Per la nostra specie il sole significa soprattutto  vitamina D , termine con il quale definiamo 5 pro-ormoni liposolubili (indicati come D1, D2, D3, D4 e D5); se ci esponiamo al sole in modo corretto, la nostra pelle produce circa l’80% del...


x
L'ideologia nutrizionista

I dati presentati a Bruxelles l'8 dicembre nell'ambito della  Carta europea sull’azione di contrasto all’obesità  confermano le tendenze degli ultimi anni in fatto di malattie e mortalità. In sintesi, sovrappeso e obesità sono in crescita nella maggior parte dei Paesi europei. Quasi il 90%  della mortalità è attribuibile a malattie cardiovascolari, tumori, malattie respiratorie croniche e diabete di tipo 2; la pandemia di...


x
Terra Madre

Terra Madre riunisce ogni anno a Torino “rappresentanti di comunità del cibo, provenienti da tutto il mondo, impegnati a promuovere una produzione alimentare locale, sostenibile, in equilibrio con il pianeta e rispettosa dei saperi tramandati di generazione in generazione”.   La quarta edizione di  Terra Madre  si è svolta dal 21 al 25 ottobre 2010 ed ha avuto oltre 5.000 partecipanti. Carlo Petrini  – ispiratore della...


x
L’ossessione dei cibi sani

Accanto alle tantissime persone che per svariati motivi non possono o non vogliono occuparsi più di tanto di ciò che mangiano, si incontrano sempre più frequentemente persone -  spesso molto giovani -  troppo preoccupate dalla ricerca di un'alimentazione sana. La medicina che vuole mettere un nome a tutto li chiama ”ortoressici". Gli ortoressici sono molto preoccupati del fatto che oggi  è difficilissimo alimentarsi senza correre...


x
Prevenire “bene” l’obesità

Prevenire l'obesità, siamo tutti d'accordo. Ma come? Con quali strumenti? L.O. Gostin, dell' O'Neill Institute for National and Global Health  ha fatto il punto sui possibili interventi per la prevenzione dell'obesità. Essere in sovrappeso o obesi comporta spesso un deterioramento della qualità della vita quotidiana nonché un'ingente spesa sanitaria pubblica. Secondo Gostin le istituzioni potrebbero agire con una legislazione incisiva e capace di...


x
Limitare la carne rossa

La carne rossa è troppo ricca di nutrienti, grassi e sostanze cancerogene: secondo uno studio statunitense, andrebbe consumata con moderazione, a favore di alimenti più leggeri e salutari, come verdura, frutta e legumi.   Il consumo di carne è spesso - a torto - considerato un indicatore di benessere e progresso socio-economico, soprattutto in ragione dalla scarsità degli apporti del passato (fino a pochi decenni fa anche nella maggior parte...


x
Aprile 2009: diventare vegetariani?

Secondo l'American Dietetic Association (Ada), le diete vegetariane correttamente impostate sono sane e adeguate dal punto di vista nutrizionale. Possono, inoltre, garantire alcuni benefici nella prevenzione e nel trattamento di determinate malattie. L'intervento della associazione statunitense è molto importante perché potrebbe mettere fine, una volta per tutte, ai pregiudizi, scientificamente infondati, riguardanti le scelte alimentari prive di carni. Le diete...


x
Febbraio 2009: prevenire o punire?

Nel campo della salute il dilemma è sempre lo stesso: si ottengono migliori risultati con le sanzioni o con la prevenzione? In Inghilterra preferiscono "punire". Da alcuni anni Paesi come la  Gran Bretagna  sembrano aver optato per la prima possibilità, paventando punizioni neo confronti dei cittadini decisi a perseverare in stili di vita considerati molto rischiosi per la salute .   Si discute, per esempio, se sia il caso di ridurre o...


x
Novembre 2008: Slow Food

Slow Food, in Inglese “mangiare con calma”, è un’associazione fondata dal gastronomo piemontese Carlo Petrini, inizialmente come alternativa alla cultura del fast-food e della vita frenetica. Oltre 20 anni fa – nel dicembre 1989 - a Parigi era nato ufficialmente il movimento internazionale per la “difesa e il diritto al piacere” con delegati provenienti da ogni angolo del mondo. Nel manifesto programmatico si ripercorreva il percorso della...


x
Alimentazione e sport

Lo sport è sicuramente uno dei fenomeni di massa più importanti dei nostri tempi; poche altre attività sanno avvicinare le persone, indipendentemente dalla loro età, dalla loro origine sociale e dalla loro identità culturale. Secondo la Carta Europea dello Sport del 1992, l e attività sportive dovrebbero aiutare le persone a raggiungere il loro benessere fisico, mentale e sociale , secondo la famosa definizione di “salute”...


x
Il diabete: una malattia del nostro tempo

A livello medico la  diagnosi di diabete  si fa misurando a digiuno la glicemia, ossia la concentrazione  nel sangue del glucosio, il più importante zucchero dell’organismo; si parla di diabete se risultano   2 o più   misurazioni della glicemia superiori o pari a 126 mg/dl nell’arco di 6 mesi   o se compaiono  segni e i sintomi del diabete – dimagrimento, sete intensa, eccessiva quantità di urina nelle 24 ore...


x
La pandemia diabetica

Il  diabete mellito  rappresenta attualmente uno dei principali problemi di salute pubblica nel mondo. La sua diffusione è in costante aumento, soprattutto nei Paesi in via di sviluppo e nelle nazioni di recente industrializzazione. La relazione tra l’epidemia di diabete e lo  stile di vita occidentale  è ormai fuori discussione. Il diabete colpisce, infatti, 4 tipologie specifiche di popolazioni: a) Paesi di recente arricchimento (le nazioni arabe...


x
Agricoltura e alimentazione

Alimentazione ed agricoltura, un binomio difficile ma inscindibile. Se siamo quello che mangiamo, siamo anche quello e come lo produciamo. Secondo Umberto Veronesi le sostanze tossiche che introduciamo con l’alimentazione sono responsabili di una “strage” che è stata quantificata in circa 130.000 decessi annui. Circa  il 30% di tutti i tumori è causato da una dieta scorretta, povera di vegetali e di frutta, carica di proteine di origine animale e di...

^ Top